|  |  | 

Blog Weekend Latomistici

La Porta Ermetica – Roma

A Roma, nel quartiere dell’Esquilino, in un angolo di Piazza Vittorio angolo via Napoleone III, si trova l’affascinante e misteriosa Porta Alchemica (o Porta Magica, Porta Ermetica o Porta dei Cieli).

Secondo una leggenda la Porta Alchemica nasconderebbe addirittura il segreto della Pietra Filosofale, accessibile solo a chi fosse in possesso delle giuste chiavi di interpretazione.

La Villa di cui faceva parte era di proprietà del Marchese di Pietraforte Massimiliano Palombara e fu costruita tra 1655 ed il 1680.
La sua posizione originaria si trovava a circa cinquanta metri verso l’incrocio di via Carlo Alberto con via di San Vito, lungo un muro perimetrale che fronteggiava la Strada Felice. Nel 1873 la Porta Magica fu smontata e ricostruita nel 1888 all’interno dei giardini di Piazza Vittorio, su un vecchio muro perimetrale della chiesa di Sant’Eusebio, ed accanto furono aggiunte due statue del dio Bes, che si trovavano in origine nei giardini del Palazzo del Quirinale.

Il Marchese Palombara, appassionato di scienze occulte e pare adepto dell’ordine ermetico dei Rosacroce, subì la forte influenza della Regina Cristina di Svezia, personaggio affascinate e particolarmente controverso, nonché fra i suoi principali compagni di studi e di esperimenti alchemici.
Costretta ad abdicare al trono a causa della sua conversione al cattolicesimo, trascorse gli anni dell’esilio fino alla morte a Roma dove fondò l’Accademia dell’Arcadia e si circondò di intellettuali e uomini di scienza.

Fu così che gli stessi personaggi illustri che frequentavano il laboratorio di Cristina di Svezia nella sua residenza di Palazzo Riario (oggi Palazzo Corsini) iniziarono a riunirsi anche presso la Villa del Marchese Palombara.

Sulla Porta Alchemica si tramanda la leggenda che le enigmatiche iscrizioni siano state ispirate da un pellegrinodefinito “stibeum” (e quindi legato al principio dell’antimonio) trovato una mattina nel giardino della villa mentre cercava una particolare pianta capace di produrre l’oro. Avendone constatato le grandi capacità di alchimista il Marchese di Palombara lo invitò nel suo laboratorio, garantendogli di lavorare per una notte in assoluta solitudine. La mattina seguente però il misterioso pellegrino era scomparso lasciando alle sue spalle dell’oro purissimo ed una serie di appunti pieni di quei simboli ermetici poi scolpiti nella villa.

La Porta Alchemica, unica superstite delle cinque porte di Villa Palombara, è decorata da numerose iscrizioni a carattere esoterico ed alchemico: sul frontone della Porta si staglia il Sigillo Mistico di Salomone e sugli stipiti, disposti tre per parte, i simboli dei Metalli ed in basso un simbolo “Misterioso” che racchiude i simboli: Piombo,  Stagno, Ferro, Rame, Mercurio, Argento, Oro .
Tali simboli indicano sia la sequenza canonica delle operazioni e dei Regimi alchemici rappresentati ognuno da un Pianeta, sia il possibile intreccio tra Metalli e altre sostanze regali che entrano in gioco nella composizione del Mercurio Filosofale.

 

 

 


Per chi volesse approfondire la Storia, la Leggenda
ed il significato dei Simboli rappresentati sulla Porta Alchemica, rimandiamo i nostri lettori alla consultazione del documento scaturito dalla Passione, dalla Ricerca e dalle Conoscenze Alchemiche del nostro Fr.·. H. M. I. che Fraternamente ci ha donato:

LA PORTA ERMETICA

 

12 Comments

  1. armando busco

    Direi veramente interessante.
    Bravi Phoenix, avete un vostro stile.
    TFA Armando Brusco

  2. L’Ebionita

    La Porta Ermetica di Roma ci fa varcare la soglia di un mondo che da sempre ha affascinato e sedotto gli spiriti indagatori dei segreti della Natura… L’alchimia, via tradizionale per eccellenza e vera Arte Reale, rimane anche oggi un campo estremamente coinvolgente e pieno di sorprese…
    Ancora una ottima proposta…

  3. Gran Maestro Ripa

    Ringrazio il Fratello H.M.I. per il suo significativo contributo. La Phoenix è un Laboratorio di idee e sentimenti, fucina di iniziative e crogiolo di attività. Continuiamo Fratelli miei ad operare nel Solco Magistralmente tracciato dai Nostri Marstri Passati.
    “FACTA NON VERBA”.
    Con il Serenissimo Triplice Fraterno Abbraccio, il Fratello RIPA GM

  4. Albertus

    Scritto di enorme interesse, la Via Alchemica è la porta verso quelle Conoscenze Superiori che giustificano i nostri studi

  5. Davide Anoddeo

    Grazie mille per questa chicca, non ne ero a conoscenza, ho trovato l’articolo molto interessante e ringrazio il Fr. H.M.I per aver messo a disposizione l’approfondimento scaricabile in PDF. Un Abbraccio Fraterno

  6. Anton Foresi

    Sito interessantissimo, piattaforma unica, blog interessante. Continuerò a seguirvi. Buon lavoro fratelli di Phoenix. TFA

  7. Gordon Lee

    Fratelli italiani di Phoenix, tavola di spessore massonico ed esoterico. Blog interessante continuo a seguirvi
    Gordon

  8. Antonio Stillitano

    Interessante studio su una parte che rimane sempre misteriosa e piena di fascino. La ricerca alchemica non poteva non passare da una porta… Buon lavoro cari Fratelli, vi cingo con un T.’.F.’.A.’.

  9. NotMassIta

    Continuo a gioire per questa iniziativa. Approfondire con Voi alcuni argomenti è davvero una grande opportunità. Una fucina da alimentare perennemente. Buon Lavoro. TFA

  10. Conosco l'Acacia

    Complimenti Fratelli della Gran Loggia Phoenix. Il sito è pieno di stimoli e spunti di riflessione. Questo blog completa una piattaforma sicuramente degna della vostra storia.
    TFA Paolo C.

  11. Gianni de Simone

    Approccio validissimo al tema. Complimenti Phoenix. TFA Gianni de Simone

  12. Anastasia L.

    Cari Fratelli della Gran Loggia Phoenix degli ALAM, questo week end sono stata a Roma e sono passata dalla porta magica.
    Visitata seguendo la vostra chiave di lettura è stata altra cosa.
    Fantastico
    Sorella Anastasia

SCRIVI UN COMMENTO

L' indirizzo email non verrà pubblicato. I campi richiesti sono contrassegnati *

Nome *

Email *

Gran Maestro

Il Ser.·.mo Fr.·. Domenico Vittorio Ripa Montesano.·. è nato in un'antica Famiglia con ininterrotti Tramandi Iniziatici e Massonici, giunti alla quarta generazione. Iniziato all’Arte Reale in giovanissima età, ha ricoperto ruoli apicali nell’Istituzione rivestendo prestigiosi crescenti incarichi, che lo hanno portato oltre un decennio fa a giungere al Grande Magistero. Attivo in numerosi Cenacoli Iniziatici Nazionali ed Internazionali, con l’unanime supporto dei Fratelli, Governa dalla sua Fondazione la Gran Loggia Phoenix degli A.·.L.·.A.·.M.·. Scrittore, Saggista e relatore in numerosi convegni nazionali, è autore di molteplici pubblicazioni e studi esegetici sui Rituali della Massoneria degli A.·.L.·.A.·.M.·. . Cura la Collana "Quaderni di Loggia" per la Casa Editrice Gran Loggia Phoenix® da lui Diretta.

Facta non Verba

"FACTA NON VERBA" è la Divisa* della Gran Loggia Phoenix degli A.·.L.·.A.·.M.·. ed esprime sintetizzandolo un aspetto fondamentale della Nostra Filosofia di Vita, che diviene un abito mentale da riverberare positivamente anche una volta usciti fuori dalle Colonne.


* E’ il Motto tracciato su un cartiglio. Nel Nostro Stemma Araldico in lettere Azzurre su nastro d’Oro, incorniciato e sorretto da due rami di Acacia. Esprime in maniera allegorica pensieri o sentenze, definite anche imprese araldiche. Nella Tradizione dell’aspilogia sono costituite di corpo (figura) e anima (parole).